Interni

La (ri)definizione spaziale dell’ambiente domestico, degli spazi che si frequentano durante il tempo libero e di tutte le situazioni in cui si abita un luogo, anche temporaneamente, genera automaticamente un nuovo immaginario visivo, che accompagna il fruitore durante la sua esperienza.

Porre al centro della progettualità l’utente ci permette quindi di condividere la costruzione di questo immaginario e di rispondere a bisogni spaziali specifici.

Approcciamo quindi alla riscrittura di uno spazio valorizzando l’esistente e cercando di collegarci alla stratigrafia che ogni spazio nasconde, senza timore però di inserire nuovi significati che siano valore aggiunto per il progetto e per lo spazio.