Piazze. Fenomenologie dell’inatteso

Una incompleta raccolta di superfici urbane contemporanee

Piazze. Fenomenologie dell’inatteso
Una incompleta raccolta di superfici urbane contemporanee

 

La mostra “Piazze. Fenomenologie dell’inatteso” è stata originariamente prodotta, concepita e realizzata in occasione del Festival Many Possible Cities e presente dal 9 giugno al 7 settembre 2022 negli spazi della Manifattura Tabacchi a Firenze.

Dal 7 Dicembre 2023 viene riproposta con un nuovo allestimento espositivo nella corte della Rocca Estense di Lugo. 

 

Il racconto della mostra si articola attraverso 40 pannelli, uno per ogni piazza.

 

Nel disegno dei pannelli si incontrano e si mescolano due modelli: quello della ‘tavola’ — il più classico degli strumenti usato di architetti, urbanisti e paesaggisti per promuovere o illustrare le loro idee — e quello del manifesto, con particolare riferimento alle forme ‘spontanee’ della comunicazione artistica e politica tipica dello spazio pubblico urbano. I pannelli vengono pensati privilegiando l’immediatezza della suggestione visiva, rendendo possibile a tutti seguire il racconto di questo viaggio, come se fosse un album di istantanee.

 

Gli allestimenti “site-specific” aprono un dialogo con le preesistenze storiche:

 

A Firenze la mostra trasforma una porzione dello spazio aperto della Manifattura Tabacchi — una zona di limite tra interno ed esterno rappresentato da una tettoia che affaccia sul ‘giardino della ciminiera ” — in una galleria espositiva. Un diaframma leggero in legno, una facciata temporanea, divide l’area coperta del portico dalla zona occupata dal giardino, generando due nuovi spazi, quello più intimo al di sotto della tettoia, e quello esterno, antistante alla facciata, compresso dalla sua presenza e più simile ad una piazza pubblica.

 

Nella Rocca Estense di Lugo l’allestimento invita le persone ad abitare uno spazio che è solitamente percepito come un luogo di passaggio per chi si reca agli uffici comunali o al giardino pensile. La parete espositiva costituisce un nuovo prospetto interno, effimero e attraversabile, che modifica le proporzioni dello spazio, creando nuove relazioni con gli elementi esistenti. La base della parete si allarga in una seduta per accogliere passanti e visitatori, invitandoli ad accomodarsi e prendere posto all’interno dello spazio.

 

Si sviluppa così una ricerca, parallela a quella presentata dai progetti in mostra, che interroga gli spazi in cui questa si inserisce, trasformandoli temporaneamente. Si tratta ancora una volta di “una incompleta raccolta di superfici urbane contemporanee”, in cui l’allestimento pone domande sul presente e sul futuro di questi luoghi: rimarranno spazi sospesi oppure troveranno la loro strada per arrivare ad essere vere e proprie piazze?

 

Tipologia

allestimento, curatela mostra

Stato

costruito

Data

9 giugno - 7 settembre (Firenze); 7 dicembre 2023 - (in corso)

A cura di

orizzontale

Co-prodotta da

LAMA Impresa Sociale

Promossa da

Comune di Lugo, Edilpiu e ProViaggiArchitettura

Dimensioni

100 mq

Luogo

Manifatture Tabacchi (Firenze), Rocca Estense (Lugo)

Progetto grafico di

Atto

Con il supporto di

Fondazione CR Firenze e Publiacqua (FI); Plazzi, Qu Lighting e Silla (Lugo)

Foto

Eleonora Festari, Giovanni Savi, orizzontale, Atto, Gianluca Gasperoni

Category
installazioni, ricerca