Red Carpet

Cantiere Nuovo Cinema Palazzo

 width=

Il tappeto rosso, elemento cardine dell’iconografia cinematografica, è sempre stato un tradizionale simbolo di successo, di esclusività, un oggetto estraneo alla maggioranza. Orizzontale parte da questo oggetto per narrare la sovversione realizzata dalle nuove pratiche di occupazione come quella del Nuovo Cinema Palazzo.

Il Red Carpet mostra ancora una volta la possibilità di trasformare materiale in disuso in uno spazio relazionale urbano, anche stavolta il materiale utilizzato è stato recuperato tra gli scarti della città ed all’interno del Nuovo Cinema Palazzo.

Red Carpet è una struttura modulare, un elemento componibile con cui colonizzare lo spazio. Il sistema, che cambia funzione a seconda della posizione e della necessità di utilizzo, è utile a tessere rapporti tra lo spazio culturale e la strada che lo circonda. Con Red Carpet, le attività che animano il Cinema potranno trovare un luogo all’aperto, un ascolto esterno, la possibilità di un contatto tra estranei. Per realizzare tutto ciò, un “cantiere aperto” di trasformazione di materiale di scarto e riuso è stato allestito dal 4 al 7 luglio in piazza dei Sanniti all’interno del festival Cantiere Palazzo Costruire il Possibile.

 

 

 

The red carpet, pivotal element of the movie iconography, has always been a symbol of success, exclusivity, an object out of the world of the great majority of people.

Orizzontale wanted to start from this object to relate to the new occupation practices as that one happening at the Nuovo Cinema Palazzo in Rome.

The Red Carpet project shows again the chance to tranform discarted materials into a relational design project, also this time the material comes from the city scrap and from Nuovo Cinema Palazzo’s unused materials.

Red Carpet is a modular structure that colonizes the outside space in front of the Nuovo Cinema Palazzo.The system is designed to change its shape according to the function and depending on the space where it is used. With red carpet the Cinema will find a new way to communicate with the external space, a connecting point for the people of the neighborhood.

The structure was realized during a construction workshop (4-7 July 2012) into the contex of “Cantiere Palazzo Costuire il Possibile” festival in Piazza dei Sanniti, Rome.

2012

Piazza dei Sanniti (San Lorenzo, Roma)

Per la documentazione ringraziamo Guendalina Ria e Federico Marchi