POLISS

Cantiere di autocostruzione

Poliss
Cantiere di autocostruzione

 

Il laboratorio di autocostruzione nel centro POLISS di Sassari è stato realizzato nel quadro del progetto LGNet-2. In questo contesto orizzontale collabora con Officine Condivise, ente locale responsabile per il servizio di creazione e gestione di laboratori di animazione socio-culturale e socio-educativa a favore di giovani migranti e cittadini del comune di Sassari.

 

Il centro POLISS è un ex centro di accoglienza per figli e familiari dei detenuti realizzato nei primi anni Duemila dall’amministrazione giudiziaria e si trova in un’area che comprende un edificio di cinquecento metri quadrati, un immobile su due livelli di 100 incastonati in un’area verde di un ettaro dove a suo tempo erano stati ricavati anche alcuni impianti sportivi e spazi da dedicare a progetti di carattere agricolo sperimentale. 

 

Il Laboratorio di Autocostruzione si pone l’obiettivo di realizzare una prima fase di intervento sul bene pubblico del POLISS.

A partire dall’idea della matrice si sviluppa una infrastruttura collettiva espandibile e flessibile, in grado di crescere spontaneamente e che mostri la ricchezza di contenuti e la vitalità dei laboratori gestiti da Officine Condivise. Il progetto si concentra all’interno nello spazio distributivo dei laboratori, dove una struttura a telai in legno di pino massello si appoggia alle mura esistenti formando una volta a schifo. Il semplice sistema costruttivo costituito da telai modulari riequilibra le proporzioni e la percezione dello spazio, lo allestisce e lo attrezza, diventa un supporto per comunicare le attività laboratoriali, si adatta per essere un luogo rappresentativo e accogliente. 

Durante l’attività di autocostruzione si è lavorato su due aspetti: la realizzazione dello scheletro strutturale e lo sviluppo di diversi sistemi di rivestimento della volta. 

Mensole in Ferro, pannelli di Legno Okumé, piastrelle in ceramica, fili, stampe e telai serigrafici, sedie si aggrappano alla struttura e la personalizzano. 

 

Con il cantiere condiviso si gettano le basi per attivare una metodologia volta a trasformare in maniera incrementale il POLISS, proponendo un primo intervento di bellezza come foriero di successive azioni sull’intera area. Tutti gli interventi, infatti, sono stati pensati con una visione a lungo termine, tenendo conto delle attività previste e attirando l’attenzione sul potenziale del quartiere e della città. Durante i dieci giorni di workshop, i progettisti, gli artigiani, i tutor, i volontari, i giovani migranti e la comunità del quartiere hanno lavorato assieme per la rigenerazione dello spazio in un contesto di inclusione e partecipazione intenso ed edificante.

 

I Laboratori dei “Percorsi socializzanti in Bottega” hanno promosso attraverso la riscoperta e l’espressione della propria manualità e creatività in un contesto intergenerazionale e interculturale.

 

Tipologia

interni, workshop

Stato

costruito

Data

Novembre - Dicembre 2024

In collaborazione con

Officine Condivise

Dimensioni

60 mq

Luogo

Centro POLISS Sassari

Con il supporto di

LGNet-2, Comune di Sassari

Foto

Mattia Uldanck

Category
interni, workshop